Imprese di costruzione: per gli appalti pubblici è obbligatorio indicare i costi per la sicurezza aziendale

I costi della sicurezza devono essere specificatamente indicati nell’offerta e risultare congrui rispetto alle caratteristiche e all’entità delle forniture e dei servizi.

L’adunanza plenaria del Consiglio di Stato, con la sentenza 1/2015, ha specificato che è obbligatorio indicare i costi per la sicurezza aziendale (interni) anche per le imprese di costruzione che partecipano ad appalti pubblici.

Leggi tutto...

INAIL Bando ISI 2014 dal 3 marzo 2015 e fino alle ore 18.00 del 7 maggio 2015

ucm 161094  Bando Isi 2014

L'Inail mette a DISPOSIZIONE 267.427.404 euro per finanziamenti a fondo perduto per la realizzazione di progetti di miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. I destinatari degli incentivi sono le imprese, anche individuali, iscritte alla Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura.

I finanziamenti vengono assegnati fino a esaurimento, secondo l’ordine cronologico di arrivo delle DOMANDE . Il contributo, pari al 65% dell’investimento, per un massimo di 130.000 euro, viene erogato dopo la verifica tecnico-amministrativa e la realizzazione del progetto.

Nella sezione Incentivi per la sicurezza > Bando Isi 2014 sono DISPONIBILI gli avvisi pubblici regionali per la documentazione di dettaglio e i fac-simili della modulistica.

I soggetti interessati potranno inserire le domande di PARTECIPAZIONE dal 3 marzo 2015 e fino alle ore 18.00 del 7 maggio 2015, nella sezione Servizi online. Per ACCEDERE all'applicativo è necessario essere registrati al portale Inail.

Allegati:
Scarica questo file (Estratto Bando Isi 2014.pdf)Estratto Bando Isi 2014.pdf129 kB

Leggi tutto...

La nuova trasmissione di ‘Edilizia sicura’

Nuova puntata di Edilizia sicura:

Le malattie professionali

youtube-play-button

La malattia professionale è una patologia la cui causa agisce lentamente e progressivamente sull’organismo . In base ai più recenti dati INAIL in Italia nel 2013 sono state denunciate a INAIL 51.334 malattie professionali.

Di queste, ne sono state riconosciute da INAIL  18.879 ( nel 2009 le malattie professionali riconosciute erano state 15.336). Nel 2014 in Italia, segnalano le ASL, i morti per mesotelioma pleurico (malattia causata dall’ amianto) hanno superato i morti sul lavoro.

Nel settore edile, le malattie professionali più diffuse, sempre in base ai dati INAIL , sono la ipoacusia da rumore (sordità parziale o totale), le malattie osteoarticolari da sforzo (in particolare alla spina dorsale),il cui numero è in forte crescita, le dermatiti da contatto con sostanze irritanti (calce,cemento,solventi,ecc).

Leggi tutto...

Sei qui: Home